La ricchezza naturale delle nazioni

Come orientare il mercato a favore dell'ambiente

All’opinione pubblica risulta oggi molto arduo comprendere i meccanismi che regolano i sistemi di imposizione fiscale. Ancora più difficile risulta dunque riuscire ad avere un’opinione sul significato di una tassazione a favore dell’ambiente. Che cosa significa “chi inquina deve pagare”? I risultati di qualsiasi nuova tassa non si rifletteranno comunque sulle spalle dei contribuenti, già tartassati al di là del possibile?

Con stile pragmatico e pacato, l’autore del volume ci spiega (con esempi e dati a livello internazionale) verso quali linee dovrebbe muoversi una generale riforma dei sistemi fiscali che sia in grado di riportare l’economia a livello di sostenibilità ambientale. E cioè: togliere incentivi e sussidi alle produzioni e ai consumi dannosi per l’ambiente; caricare di royalty chi trae beneficio dallo sfruttamento delle risorse naturali; tassare chi inquina; limitare il diritto di prelevare risorse naturali e di inquinare, attraverso la commercializzazione di permessi. Ma, in cambio, abbassare significativamente il carico fiscale del lavoro e dell’imprenditorialità. E, non ultimo, accrescere l’intervento pubblico a favore delle fasce della povertà, trasformandolo secondo modalità più mirate.

Analizzati sulla carta, questi strumenti appaiono così lineari e convincenti da sembrare facilmente applicabili. In realtà prefigurano una vera e propria rivoluzione produttiva, fiscale e di politica sociale. E dunque il cambiamento deve essere radicale nella concezione ma graduale, in modo da non essere distruttivo per le economie e davvero premiante per la nostra vita collettiva.

Uscita:
ISBN:8886412517
Pagine:176
Formato:15x23
Stato:pubblicato

Prezzo: 18.59 €

Temi:
Fiscalità