Il cibo perfetto

Aziende, consumatori e impatto ambientale del cibo

,

È evidente che c’è qualcosa che non va nel modo in cui produciamo il cibo e lo mangiamo. Il sistema agroalimentare produce infatti molte delle emissioni di gas serra che causano i cambiamenti climatici, impoverisce e inquina le acque e i suoli e contribuisce alla distruzione della biodiversità. Come se non bastasse, buttiamo via un terzo del cibo prodotto, e ci sono centinaia di milioni di persone che soffrono la fame o che sono affette da patologie legate alla malnutrizione. Per fortuna, l’economia circolare e l’impegno a ridurre le emissioni da parte delle imprese possono cambiare questa situazione: la nuova edizione di Il cibo perfetto esamina tutti passaggi della filiera agroalimentare, dal campo alla tavola, e per ognuno indica impatti e possibili percorsi di riduzione in un’ottica di circolarità. Dai fertilizzanti agli agrofarmaci, dai metodi per rigenerare i suoli all’utilizzo dei Big Data e dell’Intelligenza artificiale in agricoltura, fino a questioni più quotidiane come la scelta tra i vari tipi di imballaggi o le produzioni bio o quelle convenzionali, Massimo Marino e Carlo Alberto Pratesi delineano un percorso credibile per consumatori e aziende che vogliono produrre e mangiare in modo davvero sano e sostenibile. Inoltre, illustrano i passaggi fondamentali per una comunicazione efficace, snodo ineludibile per tutte le imprese che puntano sulla riduzione degli impatti sull’ambiente e vogliono comunicarlo in modo corretto.

Premessa


Hanno collaborato


Perché il cibo è al centro della sostenibilità


1. Come conciliare mercato e sostenibilità?

1.1 Come si comportano le imprese

1.2 Cosa vogliono i consumatori

1.3 Esiste un marketing “perfetto”?

1.4 Gestione strategica delle azioni per la sostenibilità: la mappa 4P


2. Come si calcola l’impatto ambientale

2.1 Cosa si intende per impatto ambientale

2.2 Gli impatti globali e quelli locali

2.3 LCA: una metodologia per valutare i sistemi complessi

2.4 I limiti della LCA quando viene applicata al food

2.5 Gli indicatori usati nella comunicazione

2.6 Le emissioni di CO2


3. Verità e dilemmi della produzione alimentare

3.1 Gli impatti della coltivazione

3.2 Animali e piante: due sistemi interdipendenti

3.3. La fase di trasformazione

3.4 Quanto conta la confezione?

3.5 Meglio se è a km zero?

3.6 La cottura perfetta: il coperchio sulla pentola

3.7 Chi spreca di più

3.8 Catena alimentare o filiera controllata?


4. Come comunicare la sostenibilità del cibo

4.1 La comunicazione della sostenibilità

4.2 Greenwashing e sostenibilità

4.4 Come ridurre il rischio di greenwashing?


5. La sostenibilità vien mangiando 

5.1 La dieta sostenibile 

5.2 Dieta e impatti ambientali 


6. La sostenibilità del cibo: i pilastri 


Note 

Uscita:
ISBN:9788866273448
Pagine:200
Formato:15x23
Stato:pubblicato

Prezzo: 22 €

Massimo Marino
Massimo Marino è Ingegnere Ambientale e Dottore di Ricerca in Life Cycle Assessment. Nel 1998 ha fondato Life Cycle Engineering. Dopo anni di esperienza in progetti con Barilla, Coop, Esselunga, Cremonini, Granarolo e altri, nel 2021 ha fondato Perfect Food, società di consulenza per l’agroalimentare. È autore e coautore di numerose pubblicazioni,...
Carlo Alberto Pratesi
Carlo Alberto Pratesi è ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’Università Roma Tre, dove è titolare del corso Marketing, innovazione e sostenibilità. Svolge attività di consulenza per le aziende sulla comunicazione e il marketing, con un’attenzione particolare al settore agroalimentare. È fondatore e presidente di EIIS – European Institute of Innovation...

Potrebbe interessarti anche