Economia, ecologia, politica

Rendere sostenibile il mercato attraverso la riduzione delle materie

, ,

“Dematerializzare” significa conseguire un’adeguata riduzione dei flussi delle materie nell’economia, aumentando la produttività delle risorse. Ma il solo aumento della produttività delle risorse non è sufficiente se la crescita economica annulla questi miglioramenti: è indispensabile ripensare al significato dei nostri modi di vivere, lavorare, consumare, spostarci. E, alla luce di queste nuove valutazioni, potenziare e indirizzare l’innovazione tecnologica e sociale.

Un approccio di questo genere può avere successo solo se la politica economica si farà carico di fissare i punti di riferimento ambientali della dematerializzazione e se i principi che li sorreggono verranno politicamente accettati e si radicheranno nella società. Un obiettivo ambizioso, che si confronta con la duplice sfida della complessità del sistema natura e della complessità del sistema economico e sociale.

Combinare teorie economiche generalmente ritenute incompatibili e riflettere su altre discipline scientifiche e sociali: questo è il percorso scelto dagli autori per arrivare a formulare raccomandazioni, esempi e metodi idonei ad avviare un processo di profonda innovazione che conduca verso la compatibilità ambientale.

Il risultato è un utilissimo strumento di documentazione delle teorie che a vario titolo possono influenzare il pensiero economico ecologico, nonché il punto di sintesi più avanzato del dibattito su libero mercato e sostenibilità.

Uscita:
ISBN:8886412592
Pagine:222
Formato:15x23
Stato:pubblicato

Prezzo: 20.66 €